Concept G+C+G

Concept G+C+G

Protagoniste delle opere sono donne armate, colte nel momento in cui, assalite dall’istinto di difesa o dalla furia omicida, puntano la pistola contro il nemico. Un nemico ignoto perché è relegato al di là della scena pittorica, facendo sì che l’attenzione si concentri esclusivamente sull’espressione femminile, che si contrae e si deforma fino a diventare mostruosa. Le fonti che Lucia Lamberti utilizza sono film di bassa qualità reperibili in rete, da cui seleziona dei frame, che sono decodificati e alterati dal gesto pittorico. Sfalsando i pixel e rendendo vibranti le forme, l’artista altera la bellezza delle attrici, creando scene dinamiche e inquietanti, in cui l’idea della bellezza femminile è violentata dalla rabbia, dalla follia, dalla paura.
(Tiziana Di Caro)